Home Tags Articoli taggati con "Como"
Tag:

Como

Oro-di-scozia-2

La Scozia a Como con il brand ORO DI SCOZIA.

Brand italiano, nato a Como, che ha deciso di portare in Italia, partendo proprio dalla città comasca, la cultura scozzese per avvicinare un pubblico curioso e sempre più interessato alle tradizioni di una terra ricca di storia.

ORO DI SCOZIA, Giovedì 16 Luglio, alle ore 19.30, inaugura il suo nuovo spazio in via Zezio 32 a Como.

Oro-di-scozia

Uno spazio – boutique dove il brand propone un’accurata selezione della produzione artigianale delle piccole “company” scozzesi…dal salmone al whisky, dalla lana alle stoffe…

ORO DI SCOZIA è uno spazio – museo che racconta storie di sfide…Glenglassaugh; distilleria collocata nel territorio delle Highlands (più precisamente, a Sandend Bay) e fondata dal Colonello James Moir nel 1875 che, molto rapidamente, divenne nota per la produzione di whisky di elevata qualità.

Storie di perseveranza come la Traquair House, fondata nel 1965 da Peter Maxwell Stuart, ventesimo Laird of Traquair.

A partire dalla sua morte, avvenuta nel 1990, il birrificio è stato gestito sempre dalla famiglia, fino a diventare una società apprezzata fino ai giorni mostri. Storie di tradizione, come Glen Appin che, nata nel 1903 come produttrice di stoffa sotto il nome di Bulloch, Cowell & Company, diventa in poco più di sessant’anni una delle principali realtà tessili scozzesi.

ORO DI SCOZIA è un progetto interessante, nato da una passione per la terra di Scozia, che ha come obiettivo quello di raccontare le eccellenze scozzesi attraverso eventi, iniziative volte a coinvolgere sul territorio appassionati e curiosi…

Il mio intento è duplice; da un lato desidero ricreare l’atmosfera scozzese in un angolo di Italia, per far vivere un po’ di Scozia a chi non vi è mai stato e rievocarla a chi già la conosce; dall’altro diffondere, partendo dal territorio lariano in cui vivo, i sapori e i gusti di un altro popolo, ricco di storia anche se poco conosciuta…

VITI FERDINANDO – Socio Fondatore di ORO DI SCOZIA

www.orodiscozia.itScotland in Como with ORO DI SCOZIA brand.

0 FacebookTwitterPinterestEmail
cimino2

Conosciamo Chef Mario Cimino

di Sara

Mario Cimino, chef del rinomato ristorante gourmet Ittico nel cuore di Como. In questa location esclusiva e di classe, il mare incontra il lago, in una classica cucina mediterranea sana e gustosa.

Protagonista dei piatti dello chef Mario Cimino è il pesce portato in tavola nella sua freschezza e bontà. La giusta dose di creatività in proposte culinarie che esaltano il pesce e le sue qualità.

cimino

Chef Mario, quando è nata la sua passione per la cucina?

Penso di aver avuto questa passione da sempre… Il mondo della cucina e della ristorante mi ha da sempre affascinato.
All’età di 13 anni mi sono iscritto all’istituto alberghiero già con le idee chiare di diventare un giorno uno Chef e lavorare su una nave da crociera. Sogno che non mai realizzato perché ho, sin da subito, iniziato a lavorare in ristoranti ed hotel di lusso in Italia e nel mondo…

Come definisce la sua cucina?

La mia è una Classica Cucina Mediterranea con contaminazioni “fusion”. Sono molto attento alla scelta della materia prima che è fondamentale per creare piatti che siano, non solo belli alla vista, ma anche buoni.
Ogni mio piatto deve essere sano e gustoso! Deve lasciare qualcosa nel cliente…
“Attraverso la mia cucina, frutto di ricerca e sperimentazione cerco di trasmettere al cliente il connubio perfetto tra sapore e arte culinaria. Ogni piatto che portiamo in tavola deve raccontare una storia”…
0 FacebookTwitterPinterestEmail
Kenya

Foto-progetto di Ricky Monti

di Sara

Ricky Monti nasce a Como nel 1986. Coltiva la passione per la fotografia sin da bambino usando una vecchia macchina fotografica del padre.

Poi nel 2005 la sua passione si trasforma in professione… e da allora Ricky Monti è in giro per il mondo a immortalare istanti…

QUANDO E’ NATA LA TUA PASSIONE PER LA FOTOGRAFIA?

Penso di aver usato la prima macchina fotografica nel periodo dell’adolescenza grazie alla passione trasmessa da mio padre, e con la sua Olympus ho realizzato i primi esperimenti.

Col passare degli anni ho avuto la possibilità di comprarmi la mia Montiprima macchina fotografica con la quale ho fatto i primi passi nel mondo degli sport estremi.

Dal 2005, anno in cui è diventata la mia professione, ho avuto la possibilità di collaborare con brand internazionali e viaggiare tra Europa, Stati Uniti, Africa e Giappone consentendomi di confrontarmi con diverse realtà e culture. Nel corso degli anni però mi sono avvicinato anche anche al mondo della musica, del design e in particolare dei reportage attraverso una continua ricerca personale nella fotografia.

QUALE E’ IL PROGETTO FOTOGRAFICO CHE PIU’ TI HA COINVOLTO?

E’ veramente difficile se non impossibile scegliere un viaggio, un’avventura o un atleta che mi ha coinvolto maggiormente perchè ogni situazione ha avuto un suo particolare significato.

Solitamente cerco sempre di crearmi nella mia testa un ipotetico scatto e poi di realizzarlo ma in quel momento non c’è stato il tempo ma il risultato mi ha sorpreso comunque. Spesso a non seguire le regole si ottengono i risultati migliori.

QUALE E’ LA TUA PROSSIMA MOSTRA?

Dal 7 al 14 Giugno, esporrò a Cernobbio, sul Lago di Como.

La mostra, dal titolo “L’abbraccio dal Kenya” porta in scena il reportage fotografico che ho realizzato in Kenya, nella zona intorno a Nairobi, nel mese di Aprile 2015 sul progetto “Africa Yoga Project”, un’organizzazione no-profit con base a Nairobi, Kenya.

“Africa Yoga Project” è un progetto fondato nel 2007 da Paige Elenson di NY e insegnante yoga, che ha deciso di lasciare il proprio lavoro e la propria città per spostarsi a Nairobi iniziando una nuova vita volta all’insegnamento dello Yoga.Africa Yoga Project

Ho catturato istanti della loro vita quotidiana, a contatto con gli insegnanti, i membri delle loro famiglie e dei loro amici. Ogni mia immagine racconta il progresso locale attraverso i valori dello Yoga…


0 FacebookTwitterPinterestEmail

Quando l’accessorio diventa protagonista nel look di una donna…
Un foulard diventa un must e rende un outfit  glam-chic.

Sara Martignoni Como è un brand 100 % made in Italy. Un marchio di accessori di altissima qualità nato nel 2012 da un’idea della comasca Sara Martignoni, da oltre vent’anni nel settore del tessile italiano.

La designer lancia così la sua prima linea di accessori, realizzati con tessuti comaschi…Sciarpe, mantelle e maglieria. Una collezione colorata e frizzante. Disegni esclusivi, stampe che disegnate dalla designer: un viaggio tra il camouflage, il floreale e il geometrico. Esplosione di colori!

sraa martignoni

Dal disegno alla scelta del tessuto, dalla produzione alla vendita, Sara Martignoni segue personalmente ogni aspetto del suo brand.

Creativa, vivace e dinamica, Sara Martignoni realizza prodotti di qualità per una nicchia di mercato molto esclusiva.

Le sue sciarpe, i suoi foulard e la maglieria si trovano in selezionate Boutique italiane e in luxury store in Germania, in Giappone e prossimamente anche negli Stati Uniti.
Accessori che sono eccellenza e sinonimo di “italian style”.

SCIARPE MADE IN ITALY

0 FacebookTwitterPinterestEmail

Chi è oggi il testimone del bello e ben fatto italiano che ha reso grande il made in Italy nel mondo? Tolti i colossi internazionali, chi sta dominando la scena contemporanea della moda fatta in Italia? Quali sono i loro percorsi e i loro traguardi?

[separator type=”thin”]Marco Magalini

Como città della Moda. Città del Textile & Fashion Design. Distretto mondiale della seta e dei tessuti. Tessuti che la Moda porta in passerella, che i brand emergenti scelgono per le loro collezioni… I nuovi talenti della Moda saranno protagonisti nella città comasca attraverso le storie del giovane giornalista di moda Marco Magalini che, Venerdì 12 Dicembre, sarà a Como a presentare il suo primo libro “MODA. IL NUOVO MADE IN ITALY.”
Dalle ore 18.30, la rinomata Boutique Sofia Vintage di Como, nata da un’idea di Roberta Ciceri, appassionata ed esperta del vintage di ricerca, presenterà una serata dedicata ai nuovi talenti del Fashion System.

Non sono semplici stilisti, ma dei veri e propri businessmen che si trovano ogni giorno a confrontarsi con un dato di fatto: “There’s more to running a fashion business than designing pretty clothes.

[separator type=”thin”]Marco Magalini

Marco_Magalini_libro_moda_1Il libro di Marco Magalini racconta le storie dei talenti di nuova generazione, italiani e non, che hanno deciso di produrre le loro collezioni in Italia e che hanno la responsabilità di tramandare l’eccellenza manifatturiera e stilistica del nostro Paese. Protagonista il made in Italy e la sartorialità italiana. Il giovane giornalista Marco Magalini, classe 1988, penna di Fashion Illustrated, Urban, The Lifestyle Journal, Designspeaking e Modaonline, individua delle case history di successo che descrivono lo scenario contemporaneo della moda made in Italy.

Queste eccellenze si stanno distinguendo nei mercati internazionali per distribuzione, strategie innovative e profitti: Angelos Bratis, Benedetta Bruzziches, Camo, Casamadre, Christian Pellizzari, Co|te, Marcobologna, Paula Cademartori, Quattromani, San Andrès Milano, Stella Jean, SuperDuper Hats.

Modera l’incontro la giornalista di moda GIULIA PACELLA di ELLE.IT

0 FacebookTwitterPinterestEmail

Nella splendida cornice del Lago di Como.

Suggestioni ed emozioni, colori e profumi che ti prendono il cuore.

Qui, affacciato sul lago, da oltre 80 anni la Famiglia Vanini – Taroni gestisce il piccolo Hotel Posta Moltrasio.
Un esempio di eccellenza lariana nell’hotellerie e nella ristorazione. Tre generazioni che anno dopo anno portano avanti con passione la gestione di uno degli alberghi a conduzione familiare più rinomati del Lago di Como. Dall’antica denominazione di Locanda della Posta a quella attuale corrono quasi tre secoli.
RISTORANTE LA VERANDA MOLTRASIO

Moltrasio, caratteristico borgo che si affaccia sul primo bacino del Lago di Como, è sempre stato tappa irrinunciabile per chi percorreva l’antica Via Regina e desiderava una sosta di ristoro in un hotel a Como davvero unicoOggi l’Hotel Posta Moltrasio è meta ogni anno di turisti da tutto il mondo…

Comfort, relax e anche gastronomia! L’Hotel Posta Moltrasio ospita il Ristorante La Veranda che propone piatti della cucina tradizionale lariana e della tradizione culinaria mediterranea. Un connubio gustoso e sfizioso.

Il giovane Chef Paolo Amarotti sa prendere i suoi ospiti “per la gola” con una cucina che porta in tavola i sapori di una volta rivisitati in chiave moderna e creativa.
Il Ristorante, nel periodo estivo, si apre al lago con la sua suggestiva  veranda esterna, ideale per pranzi e cene all’aperto.
La sala interna, dallo stile retrò, con eleganza e charme, rende accogliente ed intima la permanenza degli ospiti.

Il Lago di Como regala emozioni. Perché non concedersi un week end alla scoperta delle meraviglie del lago?
Un soggiorno accogliente ed intimo nel grazioso Hotel Posta Moltrasio

0 FacebookTwitterPinterestEmail

Alex Mitchumm, classe 1983, art director del brand italo-americano MITCHUMM Industries.
Alex Mitchumm e’ un sigaro tra le labbra, un ottimo bicchiere di Bourbon, un giro su una vecchia Cafe Racer tutta custom.

E’ passione per i tattoo, per le Pin Up e quell’immaginario spensierato tipico degli anni di fondazione del brand.

E’ un Biker stile “rude riders”, con quella voglia di entusiasmo e di libertà che solo un buon giro in moto sa concedere; dove emozioni, sogni e speranze si alternano in un lungo viaggio, magari tra le magnifiche Alpi svizzere.

Mr Alex Mitchumm racchiude nel suo stile e nella sua persona il mood del brand italo-americano MITCHUMM Industries. Forte devozione agli anni  ’70 unita ad una costante voglia di sperimentazione e ricerca, per un ritorno a quelle atmosfere californiane, mixate con una dose di pazzia, a colori e stampe irriverenti per creare le collezioni Mitchumm Industries.

foto mitchumm FW 2014-2015

Classe 1983. Giovane stilista italiano. Alex Mitchumm quanto è difficile oggi il mercato della Moda?
Direi molto, purtroppo. Gli spazi per i nuovi brand e designer sono pochi perchè  le “etichette” storiche in Italia dominano ancora le menti dei consumatori finali anche se con questa crisi il cliente finale comincia a capire di più il valore del prodotto e del VERO made in Italy, quello fatto bene, con passione da piccole case di moda che hanno voglia di ritagliarsi qualche fettina di un grande mercato. serve tempo…

In cosa si distingue MITCHUMM Industries da altri brand maschili?
Il brand è molto particolare, ha un richiamo classico ma utilizza tessuti e disegni unici, esclusivi, creati e prodotti nel miglior distretto tessile al mondo (sono di parte!) ovvero Como.
Lavoriamo molto sui dettagli, le stampe e gli jacquards, nostro vero punto di forza.

Quale è il must della sua collezione F/W 2014 -2015?
Il Casentino! Una lana unica creata appunto nella zona del Casentino, in Toscana. Lo adoro. Abbiamo sviluppato tutta la collezione degli accessori sull’intera palette di colori.

Quali sono i capi – accessori protagonisti della sua collezione SS 2015?
MITCHUMM Industries ha due facce, presenta due mondi paralleli ma ben distinti tra l’inverno e l’estate. Per L’estate diventa più frivolo, ancora più eccentrico, le stampe sui diversi cotoni dominano la collezione.
Direi che il Costume da bagno è ormai un vero e proprio must, molto apprezzato da noti retailer nel mondo.

In questi mesi, con il suo Team, sta già lavorando alla collezione FW 2015 -2016 che presenterete a PITTI UOMO 87 a Firenze, a Gennaio.
Una piccola anticipazione?
Tutta da scoprire, alternativa, per gli abiti abbiamo lavorato esclusivamente con jacquards…il resto lo sveleremo a Pitti, siamo molto orgogliosi e gelosi del nostro lavoro!

Il suo motto?
Work hard, play hard – there is no elevator to success, only stairs.

Accessorio che predilige?
Gilet, mai senza.

I colori che la rappresentano?
Non ho dei colori predefiniti.
Mi piace rappresentarmi in maniera diversa ogni mattina in base a come mi sveglio…

0 FacebookTwitterPinterestEmail

Incontriamo Roberta Ciceri, esperta ed appassionata di Moda, e titolare della Boutique SOFIA Vintage nel cuore del centro storico della città di Como.

Per Roberta il Vintage è Ricerca, una meravigliosa riscoperta del Passato.
La passione per il vintage di Roberta è nata per caso tantissimi anni fa quando a New York, mentre passeggiava in un mercatino, è come se il tempo si fosse fermato.
C’era un’atmosfera d’altri tempi che ha regalato a Roberta la curiosità di scoprire sempre di più questo mondo.

Il vintage porta con te storie da raccontare… Riporta “in vita” oggetti, accessori, abiti da tempi lontani ed ognuno ha una sua storia…

Racconta la sua unicità proprio perché ognuno di questi accessori ed abiti è unico ed irripetibile. Roberta ci racconta che il vintage è fatto di dettagli.

Nulla è scontato e non c’è mai nulla di banale in una cucitura, in un tessuto, in un manico di una borsa come in una sua chiusura…
Ogni pezzo è particolare. Un unicum. La filosofia di Roberta Cicieri è la Ricerca infatti ci racconta che sulla porta della boutique c’è scritto che: “ il punto di partenza è la ricerca, fondamentale per scoprire tutto ciò che ci circonda, di stili, epoche, città diversi.”…
Fare ricerca nel Vintage per Roberta Ciceri significa non porsi limiti ma tenere la mente sempre aperta ed osservare tutto con attenzione per scoprire tutte quelle cose nuove che attirano la sua curiosità durante i suoi viaggi in giro per il mondo…


Il viaggio, come spiega Roberta,  è fondamentale, dall’arrivo in un aeroporto al percorso sino alle città, e spesso non sono i grandi centri a regalarle le atmosfere vintage ma le città più nascoste e anche sconosciute…perché il Vintage è discreto, elegante, sensibile; solo chi lo ama lo comprende…

Il Vintage è gusto, eleganza e raffinatezza.

E’ vivere la Moda fatta di dettagli e di particolari, di tessuti e di stile.
E’ sapersi distinguere e per questo sentirsi uniche…

Credits photo by Sara Biondi

0 FacebookTwitterPinterestEmail