Creatività?!? All’Accademia del Lusso di TrevisoCreativity?!? @Luxury Academy Treviso

Oggi ci approcciamo alla moda in un modo diverso…

Un “Creativity Lab ” organizzato dall’Accademia del Lusso di Treviso

il fine quello di mettere gli studenti a conoscenza delle  dinamiche mentali, che consentono di lavorare agire e progettare in maniera creativa.

L’incontro con Raffaele Ferrante, cordialissimo e preparatissimo marketing e design coach si è tenuto  giovedì 18 dicembre alle ore 15.00 presso la sede dell’Accademia del Lusso

IMG_6215

La creatività ….una parola così breve per esprimere un concetto così grande che non ha confini, a volte le parole sono limitative… analizzando il termine stesso creatività è crescita, una evoluzione, progettazione, un trasferimento di idee, un procedimento che porta ad un futuro…

IMG_6207 IMG_6202IMG_6196

La creatività può essere ispirata in ognuno in modi diversi, da un profumo, da un colore, da un oggetto o da un problema…infinite possono essere le ispirazioni….ma come fare se questa ispirazione proprio non viene?!? Eccovi subito la soluzione, esistono delle tecniche per favorire un flusso di idee che porta alla creatività, tecniche utilizzate molto spesso nel mondo del marketing e della pubblicità, la parola chiave di queste tecniche sicuramente è condivisione, collaborazione, anche tra diverse professioni all’interno della stessa azienda, il confronto insomma.

La tecnica più conosciuta è il brainstorming (tempesta di idee), si parte da un problema che si vuole risolvere, o da una parola chiave, per poi andare a continuare con una serie di parole che la nostra mente collega involontariamente, spontaneamente, a volte può sembrare caotico, ma bastano poche linee in un foglio per collegarle….. e poi….tutto ha un senso.

IMG_6236

La tecnica che più mi ha incuriosito però è quella dei 6 cappelli, ideata da De Bono, studioso noto per la teoria del pensiero laterale…..all’inizio ero un po’ scettica, ma forse dipendeva dal fatto di non averla mai provata di persona e nemmeno sentita nominare prima…dopo averla provata vi assicuro che è davvero funzionale, ottima, provare per credere….ma che cos’è? Come funziona?

IMG_6241

Rappresenta i vari atteggiamenti di pensiero che siamo abituati a provare all’individuazione di un problema. Si deve formare un gruppo che possa comprendere più categorie diverse di professioni all’interno di una stessa azienda, si parte da un soggetto, un problema che vogliamo risolvere, una parola chiave fondamentalmente, dopo di che tutti i presenti devono ad andare a esporre la loro soluzione, che possono anche essere aggettivi, materiali, etc… Una volta raggiunto il numero predefinito di parole, che può essere 100, si cerca di individuare 4 macro gruppi che raccolgano del parole scritte, una sorta di mappa… Ed ecco che comincia a comparire tutto più chiaro… il problema ha anche la sua soluzione… ma arriviamo all’utilizzo dei “6 cappelli”.

I cappelli sono figurativi, una sorta di contenitori delle idee, atti a distinguere e separare i vari modi di pensare.

IMG_6234 IMG_6231

Il cappello bianco rappresenta l’assenza del colore, la neutralità, la logica, cioè il progetto descritto in modo razionale, una sorta di raccolta dati e documentazione. Quello rosso, rappresenta le emozioni, l’emotività, i sentimenti, ciò che ci hanno portato a quella idea. Il cappello nero è la negatività, il pessimismo, tutto ciò che consiste nelle limitazioni e nelle difficoltà nella realizzazione del progetto.  Quello giallo, il colore dell’illuminazione, ci porta alla luce dei lati positivi, dei benefici, quello verde , il colore della natura, della fertilità e quindi il metodo di diffusione.

Infine il blu, il colore del cielo e della calma, quello che ci porta alle conclusioni, alla realtà, bisogna scegliere gli argomenti definitivi, portare alla conclusione l’idea e poi alla produzione.Today we approach to fashion in a different way …

A “Creativity Lab” organized by the Luxury Academy Treviso

Its aim is to give to the students the right mental dynamics, which allow you to work and act in a creative design.

The meeting with Raffaele Ferrante, cordial and well-trained marketing and design coach was held Thursday, December 18th at 03:00 pm at the headquarters of the Academy of Luxury

IMG_6215

Creativity … a so short word to express a so great concept that has no boundaries, sometimes the same words are limiting … analyzing the term itself is growth, evolution, design, a transfer of ideas, a process that leads to a future …

IMG_6207 IMG_6202IMG_6196

Creativity can be inspired for everyone in different ways, from a perfume, a color, an object, or a problem … can be endless inspirations … but what to do if you don’t get it?!? Here’s immediately the solution, there are techniques to encourage a flow of ideas that leads to creativity, techniques used very often in marketing and advertising world, the keyword of these techniques is definitely sharing, collaboration, even between different professions within the same company, then the comparison.

This technique is known as brainstorming: you start with a problem you want to solve, or a keyword, to continue with a series of words that our mind automatically connects, spontaneously… sometimes may seems chaotic, but it takes only a few lines in a page to link … .. and then … all makes sense.

IMG_6236

But the most intriguing technique, however, is that of the six hats, thought up by De Bono, a studios known for lateral thinking theory… At first I was a bit skeptical, maybe because I had never tried it or even heard of it before … after trying it I assure you that is really functional, good, seeing is believing… but what is it? How does this work?

IMG_6241

It represents various attitudes of thought that we are used to try to identify a problem. It must form a group which can incorporate more different categories of professions within the same company. Then WE start from a subject, a problem we want to solve, an important keyword, after which all people must to go to expose their solution, which can also be adjectives, materials, etc … Once you reach the predefined number of words, which can be 100, you have to identify four big groups that collect the written words, a kind of map …. And here begins to appear more clear … a problem also has its solution … and now we talk about use of the “six hats”.

Hats are figurative, a sort of ideas container, designed to distinguish and separate the different ways of thinking.

IMG_6234 IMG_6231

White hat is the absence of color, neutrality, logic, namely the project described in a rational way, a kind of data collection and documentation. Red hat represents emotions, feelings, what has led us to that idea. The black is negativity, pessimism, all the limitations and difficulties in implementing the project. Yellow hat is the color of lighting, brings us the light of positives and benefits. The green, the color of nature, fertility and therefore the propagation method.

Finally the blue, the color of the sky and calm, what leads us to conclusions, to reality, you have to choose definitive topics, lead to the finally idea and then product it.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

RelatedPost

More from Manuela

Anton Giulio Grande, il genio della haute coutureAnton Giulio Grande, haute couture genius

L’erede di Gianni Versace, così è stato definito Anton Giulio Grande, lo...
Read More

3 Comments

Commenti

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"