Home Style
Categoria:

Style

Party-Briccola

BRICCOLA, giovanissimo brand italiano, nato nel 2012 dall’idea di alcuni amici di Padova, presenta il bracciale dell’estate 2015.

briccola

Il brand sarà lanciato ufficialmente con un BRICCOLA FASHION PARTY, mercoledì 17 Giugno, dalle 19.00, nell’esclusiva cornice de Lo Spumantino al Pontevecchio, la Lounge del Castello di Verrazzano, azienda storica del Chianti Classico.

Nella settimana più cool e glamour di Firenze, quando la città diventa “capitale” internazionale dell’abbigliamento ed accessori uomo, con Pitti Uomo 88, Briccola farà parlare di sé…

BRICCOLA: un bracciale creato assemblando cima (corda) nautica colorata ad un “grillo”, questo il termine del gancio briccola-neroutilizzato sulle imbarcazioni per tenere le vele in tensione. Briccola racconta una storia. Una storia fatta di legami, di amicizia e di rispetto. Briccola unisce, rafforza legami già esistenti e ne crea di nuovi.

“Sono un bracciale semplice, fatto di corda nautica legata ad un grillo, questo il termine tecnico ad indicare il gancio utilizzato sulle imbarcazioni per tenere le vele in tensione. Sono colorato, di quei colori che ti conquistano perché ti ci riconosci subito come allo specchio. Riesco a catturare tutti, non mi indossa mai una persona sola”.

briccola-gialloSul Lungarno di Firenze, sarà presentata la collezione Spring-Summer 2015: 11 bracciali, ciascuno con il nome di un vento…11 bracciali Made in Italy e fatti rigorosamente a mano.

Per l’occasione, sarà presentata, al pubblico, in anteprima la prima Briccola Bag.briccola-verde

Una borsa in sacco di juta, ideale per la spiaggia ma anche per la città…Seguendo il mood dei bracciali, la bag , è impreziosita da bellissime corde colorate e dall’immancabile “Grillo”.

[separator type=”space”]BRICCOLA, a young Italian brand, born in 2012 from the idea of ​​some friends of Padua, shows the bracelet of Summer 2015.

briccola

This brand will be officially launched with a BRICCOLA FASHION PARTY, Wednesday, June 17th from 19.00, in the exclusive setting of Spumantino on Ponte Vecchio, the Lounge of Castello di Verrazzano, historical company of Chianti Classico.

In the coolest and glamour week of Florence, when the city became international “Capital” of apparel and accessories for men with Pitti Uomo 88, Briccola will surprise you…

BRICCOLA: a bracelet created by assembling the top (rope) nautical colored to a “shackle”, this is the end of the hook used to keep the sails in tension on ships. Briccola tells a story. A history of ties of friendship and respect. Briccola combines, strengthens existing relationships and create new ones.

briccola-neroI am a simple bracelet, made of nautical rope tied to a shackle, this is the technical term to indicate the hook used on boats to keep the sails in tension. Are colored, those colors that you win because you will immediately recognize as the mirror. I can capture all, he never wears one person.

briccola-gialloOn Florence riverside, will present the Spring-Summer 2015 Collection: 11 bracelets, each with a name of wind … 11 bracelets handmade in Italy.

For this occasion, it will be presented to the public a preview of the first Briccola Bag.briccola-verde

A bag in burlap bag, perfect for the beach but also for the city… Following bracelets mood, the bag is embellished with beautiful colored ropes, and the inevitable “Shackle”.

[separator type=”space”]

2 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail
Simone-Vannuzzi3

Il creativo Simone Vannuzzi, presenta a New York la nuova linea di capi ready to wear Primavera /Estate 2015, che si rivolge a un pubblico femminile fresco e dinamico, promuovendo il concetto di “lusso accessibile” e internazionalità.

Una giovane donna che ama viaggiare e mixare tendenze e stili differenti, costruendo con disinvoltura outfit perfetti dal mattino Simone-Vannuzzi1alla sera: dalla maglieria più ricercata al mondo casual della felpa, senza dimenticare i capispalla, che spaziano dai divertenti spolverini con stampa flowers , fino alle felpe iper-femminili con file di perle che sottolineano lo scollo e le maniche, in un perfetto equilibrio degli opposti.

Una rilettura giovane, reinventando il classico, in una declinazione casual/chic.

Per il brand To Be Think and Wear uno shooting insolito: la creatività italiana su una ‘500 anni ’60, in questo momento a New York ritenuta auto cult, questa è l’Italia che si fa conoscere all’estero per la creatività.

[separator type=”thin”]

TO BE THINK AND WEARSimone-Vannuzzi2
Show room New York
469 W. 7th. Av
10001 New York
hope.it8@gmail.comSimone Vannuzzi, a creative in New York, presents his new line of collection “ready to wear” Spring / Summer 2015, for a fresh and dynamic female, promoting the concept of “affordable luxury” and internationality.

A young woman who loves travel and mix trends and styles, combining casually perfect outfit from morning to night: from more
Simone-Vannuzzi1
sophisticated knitting to the world of casual sweatshirt, not to mention outerwear, ranging from funny duster with flowers printing, up to sweatshirts hyper-feminine with rows of pearls that highlight neckline and sleeves, in a perfect opposites balance.

A young re-reading reinventing the classic, in a casual / chic declination.

For To Be Think and Wear brand an unusual shooting: Italian creativity on a 500 years 60’s, right now in New York held cult icon, this is Italy that is known abroad for creativity.

[separator type=”thin”]

TO BE THINK AND WEARSimone-Vannuzzi2
Show room New York
469 W. 7th. Av
10001 New York
hope.it8@gmail.com

2 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail
Balossa-1

La camicia bianca.

Un classico intramontabile.

Un capo che non passa mai di moda.

Un must senza tempo che la stilista lituana Indra Kaffemanaite, art director del Balossa White Shirt, rivisita con estro moderno, versatile e al contempo elegante.
Balossa White Shirt si propone, ritoccandone leggermente la nozione di base, di reinventare e di portare a nuova vita questo articolo che ha tutto: semplicità, comodità, originalità, eleganza. Un capo che indubbiamente fa sempre tendenza!

Creare una camicia bianca contemporanea che veste la donna che vive la moda in maniera decisamente innovativa. Indossare il classico in una nuova espressione di contemporaneità.

La collezione Autunno-Inverno 2015-2016 nasce dalla voglia di sperimentare, reinterpretando i canoni tradizionali con Balossa-2tecniche e costruzioni all’avanguardia. Un nuova contemporaneità, espressione di uno stile che gioca tra volumi e audaci dettagli, linee moderne e grafiche.

Formali o sportive, morbide o scolpite e ancora, tagli a sbieco, asimmetrie, drappeggi e ruches.

25 camicie, 25 stili, 25 espressioni.

Colletti classici o arricciati e sensuali scollature sulla schiena delineano un look forte e al contempo molto sensuale. La collezione Fall-Winter 2015/16, realizzata con cotoni stretch italiani di alta qualità, si presenta nei colori bianco ghiaccio, blu notte e avio.

La stilista, per realizzare le camicie più elaborate, si è avvalsa della collaborazione di Shingo Sato, un maestro giapponese conosciuto in tutto il mondo per la sua tecnica chiamata “Transformational Reconstruction”.

BalossaSotto la sua guida Indra ha messo a punto complicate tecniche di origami e di plissettatura con interessanti effetti 3D. La collezione FW 2015/16 presenta un nuovo modo di vivere e di intendere la camicia bianca. Una camicia che si adatta a diversi look, stili ed occasioni diventando così un must da indossare sopra la gonna da sera, con jeans, shorts o morbidi pantaloni.

Il mio desiderio è quello di sperimentare con tagli audaci e asimmetriche particolari perché le donne devono poter osare e sperimentare

(cit. Indra Kaffemanaite)

The white shirt.

A timeless classic.

Never goes out of fashion.

A timeless must that Lithuanian fashion designer Indra Kaffemanaite, art director of Balossa White Shirt, revisited with a modern flair, versatile yet elegant.
Balossa White Shirt want, adapting basic notion, to reinvent and bring to life this item that has everything: simplicity, comfort, originality, elegance. Undoubtedly always trendy!

Create a contemporary white shirt dressing the woman who lives in a very innovative fashion. Wear classic in a new expression of modern.

Fall-Winter 2015-2016 Collection comes from the desire to experiment, reinterpreting traditional rules with Balossa-2construction techniques and cutting edge. A new expression of a style between volumes and bold details, modern lines and graphics.

Formal or sports, soft or well defined, bias cuts, asymmetries, drapes and ruffles.

25 shirts, 25 styles, 25 expressions.

Classic or curled collar and sensual back necklines outline a strong but very sensual look. Fall-Winter 2015/16 Collection, made with high-quality Italian stretch cottons, comes in white ice, midnight blue and aviation.

The stylist, to realize more elaborated shirts, has collaborated with Shingo Sato, Japanese master known throughout the world for his “Transformational Reconstruction” technique.

BalossaUnder her leadership Indra has developed complicated techniques and origami pleating with interesting 3D effects. FW 2015/16 Collection presents a new way of experiencing and interpreting this white shirt.A shirt that fits different looks, styles and occasions becoming a must to be worn over the skirt, with jeans, shorts or soft pants.

My desire is to experiment with bold cuts and asymmetrical details because women must dare and experiment

(cit. Indra Kaffemanaite)

2 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail
different

Quando osservi il mondo da fuori spesso ti poni mille domande, quesiti esistenziali – perché alla gente piace “omologarsi” ?!?!

e5ac6e1697

Basta guardarsi in giro per vedere un esercito di ragazzine/i tutte uguali, vestite allo stesso modo, che si atteggiano allo stesso identico modo  “perché  non cantare fuori dal coro ?!? ”

Questa società dei social, degli status, dei post ci sta un po’ sfuggendo di mano, non è cosa cattiva, i tempi cambiano, le abitudini anche e come  diceva il nostro caro buon vecchio Darwin “sopravvive solo chi si adatta”… ma a tutto va data una misura.

al-Parco

con-gli-Amici

E purtroppo, tra numeri e dimensioni, che contano 😉 , la nuova gioventù si è un po’ persa.

Spegnete i social e accendete i sentimenti!!!

slide-2
Oggi voglio lasciarvi 5 perle di saggezza

1) Uscire di casa per andare a lavoro e decidere di cambiare percorso perchè nella vita ci sono infinite  possibilità… That’s unconventional!

IMG_1106

2) Condividere la gioia, il successo, una telefonata, un emozione (e non sui social) con gli altri perché la felicità è reale solo se condivisa… That’s unconventional!

DSC_7169

3) Viaggiare, scoprire nuovi posti, nuovi luoghi comuni, pensieri filosofie … ascoltare, apprendere, imparare …. fare esperienza senza giudicare… That’s unconventional!

IMG_5666

4) Ricordarsi di prendersi del tempo per sé e dedicarlo a tutto ciò che amiamo… ogni giorno… That’s unconventional!

_DSF5707-Modifica

5) Sorridere sempre, cogliere l’attimo perché non dimentichiamo che la vita è adesso! That’s unconventional!

BeDifferentWhen you look at the world from outside often you have a thousand of questions, existential questions – because people like to “homologate”?!?! –

e5ac6e1697

Just look around to see an army of girls/boys all the same, dressed in the same way, “because they couldn’t be unique?!?”

This “social” society, of status, of posts it’s becoming too dangerous, not a bad thing, times change, even habits as Darwin said “survives only those who adapt”… but all should be measured and evaluated.

al-Parco

con-gli-Amici

Unfortunately, in numbers and in size, important ones ;), youth was a bit lost.

Turn off Social Networks and turn on Social feelings!!!

slide-2
Today I want to leave you 5 wise advices

1) Leave home to go to work and decide to change way because in life there are endless possibilities… That’s unconventional!

IMG_1106

2) Share happiness, success, a phone, a feeling (not on social) with others because only shared is real … That’s unconventional!

DSC_7169

3) Travel, discover new places, new clichés, thoughts philosophies… listen, learn, learn… experience without judging… That’s unconventional!

IMG_5666

4) Remember to take time for ourselves and dedicate it to all we love… every day… That’s unconventional!

_DSF5707-Modifica

5) Always smiling, seize the moment because we cannot forget that life is now! That’s unconventional!

BeDifferent

4 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail
Cleopatra Winter bag

Cordini Rita by Ilaria Ricci, un giovane brand di borse divertente e colorato creato da Ilaria Ricci, giovanissima stilista, fatto di idee e tecnica, materiali e ricerca, tessuto e Swarovsky, metallerie scintillanti, bamboo, fodere, ma, principalmente, made in Italy e handmade… il nostro impareggiabile fatto a mano. Un’ attenzione particolare ai dettagli CLEOPATRA BAG dove comanda la creatività, per curare il look nei minimi particolari riservando l’ attenzione agli accessori, “primi attori”, capaci di conferire ad ogni outfit una maggiore personalizzazione. Una tendenza fashion che invita a promuovere un look sofisticato e radioso facendo diventare la donna l’interprete e la protagonista del suo essere femminile, in tutte le sue declinazioni.

Il Brand di borse made in Italy, nato a Volpara (PV), allarga il suo retail con un attento progetto di marketing verso la Cina: la maggior parte delle aziende italiane sta generando profitti più elevati in Cina che nel resto del mondo, come nel settore alimentare, vini, fashion, sanitario, le tecnologie pulite (acqua, rifiuti solidi, energie rinnovabile, ecc) e le infrastrutture per la mobilità, nonché la grande distribuzione rappresenteranno i segmenti che stanno mostrando i più elevati tassi di crescita.

La giovane stilista, già presente nelle boutique di tendenza delle maggiori città italiane, si appresta ad incontrare uno dei mercati più vivaci al mondo, quello del Paese del Sol Levante, dove si parla di un mercato che oscilla sul miliardo e mezzo di consumatori.

Persone che, con la crescita del potere di acquisto della classe media, sono alla base della costante crescita dei consumi interni. L’evento si chiama China Showroom Tour e si terrà dall’ 8 aprile al 8 giugno nelle tre città cinesi di Shanghai, Guangzhou e Shenzhen. Una piattaforma distributiva creata per sviluppare il prodotto “Made in Italy” sul mercato cinese. Un’esposizione realizzata da Topbuyer, un vero e proprio tour negli showroom di queste città dove verrà presentata la LA BUSTINA BAG collezione Autunno/Inverno 2015/16 ai buyer e ai media cinesi.

Il brand Cordini Rita by Ilaria Ricci è presente con 2 modelli: la Bustina Bag e la Cleopatra Bag, un attento progetto fedele alla green philosophy. Borse leggere che sembrano farfalle, broccati e tessuti dal vago sapore vintage, seta e lurex, punti luce in Svarowsky, una palette dove spicca il blu, l’argento e il fucsia con qualche punta di nero.

Per alcuni modelli, come la Cleopatra Bag, anche i manici in bamboo che ricordano vagamente la storica borsa firmata Gucci.

Le pellicce utilizzate sono assolutamente eco, come sottolinea la designer: una meticolosa attenzione al dettaglio infatti ogni esemplare è realizzato a mano in modelli numerati e certificati.

La caratteristica che accomuna e impreziosisce tutte le creazioni di questa giovanissima ma splendida collezione è sicuramente l’accostamento tra tessuti di alta moda e filati lavorati interamente a mano, la mano abile di una artigianalità competente, una sorta di ritorno al passato e a tecniche di lavorazione ormai non di uso comune che donano grande valore al prodotto finale.

[separator type=”thin”]

Riferimenti: www.cordinirita.com

Press: cristina.vannuzzi@gmail.com

[separator type=”thin”]

La collezione Cordini Rita by Ilaria Ricci si trova nelle seguenti città:

MILANO – Les Crilles Boutique in Via San Giovanni sul Muro 17, metro Cairoli-Castello
BERGAMO – Sybilla Trend Boutique in Via XXIV Maggio 60/62
LUCCASilvia Cosci Shop in Via Vittorio Veneto 64
SIENACento per Cento Camicie Boutique in Via Camollia 82
STRADELLAArteblu boutique in Via Trento 84
STRADELLA – Punto espositivo presso la Boutique Oro Blu in via XXVI Aprile 75
ALCAMO Fram La Plume – Via Pietro Longo 1Cordini Rita by Ilaria Ricci, a young brand of fun and colorful bags created by Ilaria Ricci, young fashion designer, made of ideas and techniques, materials and research, tissue and Swarovsky, glittering metal details, bamboo, liners, but, mainly, made in Italy and handmadeOUR handmade. A particular attention to details which controls the creative, cure the look in every detail reserving attention to accessories, “main actors”, to give each outfit more customization. A fashion trend that promote a sophisticated and radiant look so every woman become an interpreter and the absolute protagonist of herself, in all forms.  CLEOPATRA BAG

This Brand of bags made in Italy, born in Volpara (PV), expanded its retail with a careful marketing project to China: the majority of Italian companies are generating higher profits in China than in the rest of the world, as in food, wine, fashion, health, clean technologies (water, solid waste, renewable energy, etc.) and infrastructure for mobility, as well as wholesale represent segments with highest growth rates.

The young designer, already in trendy boutiques of the major Italian cities, is preparing to meet one of the most vibrant markets in the world, that of the country of the Rising Sun, which speaks of a segment with half billion consumers.

People who are the basis of steady growth in domestic consumption, with the growth of the purchasing power of the middle class. The event is called China Showroom Tour and will be held by April 8th to June 8th in the three Chinese cities of Shanghai, Guangzhou and Shenzhen. A distribution platform created to develop “Made in Italy” product on the Chinese market.  Exhibition is created by Topbuyer, a real tour in this showrooms where we will present the Fall / Winter 2015/16 to Chinese buyers and media.

LA BUSTINA BAG Cordini Rita by Ilaria Ricci is present with two models: Bustina Bag and Cleopatra Bag, careful design in green philosophy. Light bags almost as butterflies, brocades and fabrics, vaguely vintage, silk and lurex, light points in Svarowsky, a palette with blue, silver and fucsia with a little bit of black.

For some models, such as Cleopatra Bag, bamboo handles vaguely remenber the famous Gucci bag.

Furs used are absolutely eco, as emphasized by the designers: there’s a meticulous attention to detail in each piece so they’re handmade numbered and certified in models.

The common feature of all young (but splendid) collection creations is definitely the union of high fashion fabric and handmade yarn, the skilled hand of a craftsmanship, a kind of return to the past and older techniques no longer used that give great value to the final product.

[separator type=”thin”]

References: www.cordinirita.com

Press: cristina.vannuzzi@gmail.com

[separator type=”thin”]

You can find Cordini Rita by Ilaria Ricci Collection in these Stores:

MILANO – Les Crilles Boutique in Via San Giovanni sul Muro 17, metro Cairoli-Castello
BERGAMO – Sybilla Trend Boutique in Via XXIV Maggio 60/62
LUCCASilvia Cosci Shop in Via Vittorio Veneto 64
SIENACento per Cento Camicie Boutique in Via Camollia 82
STRADELLAArteblu boutique in Via Trento 84
STRADELLA – Exhibition at Boutique Oro Blu in via XXVI Aprile 75
ALCAMO Fram La Plume – Via Pietro Longo 1

0 commento
0 FacebookTwitterPinterestEmail

Al solo sentire pronunciare queste due paroline è già un esplosione di colori.

joanna-halpin-1970s-style10

IMG_7708m

La primavera è finalmente arrivata e la nuova stagione porta con sè anche nuovi trend…

Uno su tutti i distingue per l’appunto il ritorno in auge dei mitici anni ’70.

lovethispic.com

IMG_5346

Fiori, fiori di campo e margheritine contagiano gonne, camicette, giacche e abitini .

Vedremo sbocciare  fiori su borse e accessori per capelli e spopoleranno le mitiche coroncine di fiori in pieno stile hippie.

IMG_1165

Frange e pantaloni a zampa saranno un assoluto must have dell’estate!!!

IMG_5817 Foto-24

e via libera allo spirito libero racchiuso in ognuna di voi…

_MG_8274m

che sia uno spirito  romantico , spirituale, naif o anche un pò aggressive… troverete tutte spazio in questo trend… basterà giocare con la moda senza prendersi troppo sul serio… e l’estate è proprio il periodo giusto per farlo… Sole, caldo, mare, colori… giornate che si allungano e la voglia infinita di stare all’aria aperta…

19269-Beautifiul-Boho-Style                  IMG_5772

Per chi assolutamente non riesce a vedersi con un pantalone a zampa ci sarà l’imbarazzo della scelta tra abitini  romantici, leggeri e svolazzanti, gonne lunghe magari abbinate a crop top e gilet in macramè o scamosciati con le frange… zeppe, sandali alla schiava e stivali in camoscio a completare l’ opera.

joanna-halpin-1970s-style04

Insomma… sbizzarrite pure la #figliadeifiori che c’è in voi.

Manuelita

IMG_5291Just hearing these two words is already a colors explosion.

joanna-halpin-1970s-style10

IMG_7708m

Spring is finally here and the new season also brings new trends…

One in particular, the revival of the legendary ‘70s.

lovethispic.com

IMG_5346

Flowers, daisies and even flowers in skirts, blouses, jackets and dresses.

We’ll see blossoming flowers on bags and hair accessories and the famous flowers wreaths in full hippie style will diffuse everywhere.

IMG_1165

Fringes and pants leg will an absolute must-have this summer!!!

IMG_5817 Foto-24

so let your spirit fly free

_MG_8274m

romantic, deep spiritual, naive or even a little aggressive… you will find all your place in this trend … just play with fashion without taking itself too seriously… summer is the right time to do it… Sun, heat, water, colors… days are getting longer and the endless desire of being outdoors…

19269-Beautifiul-Boho-Style                  IMG_5772

For those who absolutely cannot wear pant leg can choose between romantic dresses, lightweight, loose-fitting, long skirts maybe combined with crop top and vest in macramé or suede fringed … wedges, sandals slave and suede boots to end the work.

joanna-halpin-1970s-style04

Well… let out the #flowerchild in you.

Manuelita

IMG_5291

3 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail

L’aria è gelida in laguna… , soffici e poco gentili fiocchi di neve scendono da un cielo terso, che non promette nulla di buono .

Lei è sempre e comunque bellissima, incantevole,  il nostro orgoglio italiano, lei Venezia

Brrrr… dei boccoli preparati con cura al mattino non rimaneva più nulla ahimè, maledetta umidità… Allunghiamo un po’ il passo per raggiungere Piazza San Marco bisogna attraversare tutta Venezia.

20150206_135217000_iOSIl vento sempre più tagliente, la neve lasciava il posto alla pioggia, ma non importava… ad attendermi presso il maestoso Luna Hotel Baglioni c’era Flavia, l’amabile signora proprietaria dell’Atelier Flavia, uno tra i più rinomati della città che per il periodo del carnevale si trasferisce in uno spazio dedicato per l’appunto presso l’ Hotel Luna Baglioni.

_MG_4599

Basta varcare la soglia dell’atelier e già si respira aria di magia,ti trovi catapultata direttamente nella Venezia di altre epoche… Maschere in cartapesta dall’incommensurabile bellezza, la cortigiana, la gatta… che vi lascio pensare soltanto a quanti turbamenti hanno provocato. Abiti sfarzosi ricamati e preparati sartorialmente con la cura di ogni minimo dettaglio, tutto realizzato rigorosamente a mano dalla Sig.ra Flavia e dalla sua fidatissima collaboratrice Ester.

20150206_135028000_iOS

_MG_4683

_MG_4605

Una gestione tutta familiare che garantisce al cliente l’autenticità dei capi, l’attenzione nella scelta dei materiali pregiati e la e la cura nella realizzazione dei capi tipica proprio dell’artigianato e che importa se i capelli sono arruffati e il trucco disfatto,

adesso in quel camerino indosserò un meraviglioso abito del ‘700 e realizzerò un sogno.

_MG_4712Cold air in the lagoon …, soft and gentle little snowflakes fall from a clear sky, which doesn’t bode well.

It’s always beautiful, charming, our Italian pride, Venice

Brrrr… of carefully prepared curls nothing remains, damn humidity .. We stretch a bit ‘up to Piazza San Marco, we have to cross whole of Venice.

20150206_135217000_iOSA cold wind, snow gave way to rain, but it didn’t matter … waiting for me at the majestic Luna Hotel Baglioni was Flavia, the amiable owner of Flavia’s Atelier, one of the most famous of the city which for carnival period moves in a dedicated space at the Luna Hotel Baglioni.

_MG_4599

Just crossing the entrance of this atelier the atmosphere is magical, you’re catapulted directly into an ancient Venice… papier mache masks of incommensurable beauty, the courtesan, the cat … that I leave you only think of how many disturbances caused. Sartorially and gorgeous dresses with attention for details, all made by hand by Ms Flavia and her reliable collaborator Ester.

20150206_135028000_iOS

_MG_4683

_MG_4605

A whole family management that guarantees customers the authenticity of clothes, attention of materials quality and care in realization traditional for handicraft… No problems if the hair is matted and makeup undone

now in that dressing room I will wear a beautiful dress of 18th century and will fulfill a dream.

_MG_4712

1 commento
0 FacebookTwitterPinterestEmail

Oggi ci approcciamo alla moda in un modo diverso…

Un “Creativity Lab ” organizzato dall’Accademia del Lusso di Treviso

il fine quello di mettere gli studenti a conoscenza delle  dinamiche mentali, che consentono di lavorare agire e progettare in maniera creativa.

L’incontro con Raffaele Ferrante, cordialissimo e preparatissimo marketing e design coach si è tenuto  giovedì 18 dicembre alle ore 15.00 presso la sede dell’Accademia del Lusso

IMG_6215

La creatività ….una parola così breve per esprimere un concetto così grande che non ha confini, a volte le parole sono limitative… analizzando il termine stesso creatività è crescita, una evoluzione, progettazione, un trasferimento di idee, un procedimento che porta ad un futuro…

IMG_6207 IMG_6202IMG_6196

La creatività può essere ispirata in ognuno in modi diversi, da un profumo, da un colore, da un oggetto o da un problema…infinite possono essere le ispirazioni….ma come fare se questa ispirazione proprio non viene?!? Eccovi subito la soluzione, esistono delle tecniche per favorire un flusso di idee che porta alla creatività, tecniche utilizzate molto spesso nel mondo del marketing e della pubblicità, la parola chiave di queste tecniche sicuramente è condivisione, collaborazione, anche tra diverse professioni all’interno della stessa azienda, il confronto insomma.

La tecnica più conosciuta è il brainstorming (tempesta di idee), si parte da un problema che si vuole risolvere, o da una parola chiave, per poi andare a continuare con una serie di parole che la nostra mente collega involontariamente, spontaneamente, a volte può sembrare caotico, ma bastano poche linee in un foglio per collegarle….. e poi….tutto ha un senso.

IMG_6236

La tecnica che più mi ha incuriosito però è quella dei 6 cappelli, ideata da De Bono, studioso noto per la teoria del pensiero laterale…..all’inizio ero un po’ scettica, ma forse dipendeva dal fatto di non averla mai provata di persona e nemmeno sentita nominare prima…dopo averla provata vi assicuro che è davvero funzionale, ottima, provare per credere….ma che cos’è? Come funziona?

IMG_6241

Rappresenta i vari atteggiamenti di pensiero che siamo abituati a provare all’individuazione di un problema. Si deve formare un gruppo che possa comprendere più categorie diverse di professioni all’interno di una stessa azienda, si parte da un soggetto, un problema che vogliamo risolvere, una parola chiave fondamentalmente, dopo di che tutti i presenti devono ad andare a esporre la loro soluzione, che possono anche essere aggettivi, materiali, etc… Una volta raggiunto il numero predefinito di parole, che può essere 100, si cerca di individuare 4 macro gruppi che raccolgano del parole scritte, una sorta di mappa… Ed ecco che comincia a comparire tutto più chiaro… il problema ha anche la sua soluzione… ma arriviamo all’utilizzo dei “6 cappelli”.

I cappelli sono figurativi, una sorta di contenitori delle idee, atti a distinguere e separare i vari modi di pensare.

IMG_6234 IMG_6231

Il cappello bianco rappresenta l’assenza del colore, la neutralità, la logica, cioè il progetto descritto in modo razionale, una sorta di raccolta dati e documentazione. Quello rosso, rappresenta le emozioni, l’emotività, i sentimenti, ciò che ci hanno portato a quella idea. Il cappello nero è la negatività, il pessimismo, tutto ciò che consiste nelle limitazioni e nelle difficoltà nella realizzazione del progetto.  Quello giallo, il colore dell’illuminazione, ci porta alla luce dei lati positivi, dei benefici, quello verde , il colore della natura, della fertilità e quindi il metodo di diffusione.

Infine il blu, il colore del cielo e della calma, quello che ci porta alle conclusioni, alla realtà, bisogna scegliere gli argomenti definitivi, portare alla conclusione l’idea e poi alla produzione.Today we approach to fashion in a different way …

A “Creativity Lab” organized by the Luxury Academy Treviso

Its aim is to give to the students the right mental dynamics, which allow you to work and act in a creative design.

The meeting with Raffaele Ferrante, cordial and well-trained marketing and design coach was held Thursday, December 18th at 03:00 pm at the headquarters of the Academy of Luxury

IMG_6215

Creativity … a so short word to express a so great concept that has no boundaries, sometimes the same words are limiting … analyzing the term itself is growth, evolution, design, a transfer of ideas, a process that leads to a future …

IMG_6207 IMG_6202IMG_6196

Creativity can be inspired for everyone in different ways, from a perfume, a color, an object, or a problem … can be endless inspirations … but what to do if you don’t get it?!? Here’s immediately the solution, there are techniques to encourage a flow of ideas that leads to creativity, techniques used very often in marketing and advertising world, the keyword of these techniques is definitely sharing, collaboration, even between different professions within the same company, then the comparison.

This technique is known as brainstorming: you start with a problem you want to solve, or a keyword, to continue with a series of words that our mind automatically connects, spontaneously… sometimes may seems chaotic, but it takes only a few lines in a page to link … .. and then … all makes sense.

IMG_6236

But the most intriguing technique, however, is that of the six hats, thought up by De Bono, a studios known for lateral thinking theory… At first I was a bit skeptical, maybe because I had never tried it or even heard of it before … after trying it I assure you that is really functional, good, seeing is believing… but what is it? How does this work?

IMG_6241

It represents various attitudes of thought that we are used to try to identify a problem. It must form a group which can incorporate more different categories of professions within the same company. Then WE start from a subject, a problem we want to solve, an important keyword, after which all people must to go to expose their solution, which can also be adjectives, materials, etc … Once you reach the predefined number of words, which can be 100, you have to identify four big groups that collect the written words, a kind of map …. And here begins to appear more clear … a problem also has its solution … and now we talk about use of the “six hats”.

Hats are figurative, a sort of ideas container, designed to distinguish and separate the different ways of thinking.

IMG_6234 IMG_6231

White hat is the absence of color, neutrality, logic, namely the project described in a rational way, a kind of data collection and documentation. Red hat represents emotions, feelings, what has led us to that idea. The black is negativity, pessimism, all the limitations and difficulties in implementing the project. Yellow hat is the color of lighting, brings us the light of positives and benefits. The green, the color of nature, fertility and therefore the propagation method.

Finally the blue, the color of the sky and calm, what leads us to conclusions, to reality, you have to choose definitive topics, lead to the finally idea and then product it.

3 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail