Home Art & Photo
Categoria:

Art & Photo

L’arte e la fotografia sono lo specchio dell’anima… quando ci si sofferma a riflettere ed ammirare si provano sensazioni uniche.

Mi sono imbattuta nelle creazioni di Linda Awuku in maniera del tutto casuale, in verità stavo cercando tutt’altro… ma non ho potuto fare a meno di soffermarmi a guardare le sue meravigliose opere.

Utilizza materiali che normalmente non sono considerati pregiati e li fa diventare un’architettura strabiliante.

Curati nei minimi dettagli, elaborati ed eccentrici… tutti i suoi “gioielli” sono estremamente sofisticati e imponenti ma ricordano qualcosa di soffice, fragile, delicato.

Questa giovanissima designer, da poco laureata al  London College of Fashion, ha tutte le carte in regola per farsi notare a livello internazionale e conquistare anche la clientela più esigente.I casually find Linda Awuku’s creations, even if I was looking for anything else … but I had to stop and look at her wonderful works.

She uses “normal” materials that aren’t normally considered valuable and makes with them amazing architecture.

Attention to detail, elaborate and eccentric … all her “jewels” are extremely sophisticated and impressive but remember something soft, fragile, delicate.

This young designer, who recently graduated from the London College of Fashion, has all it takes to get noticed internationally and conquer even the most demanding customers.

2 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail

Marinù Di Martino, professione architetto, è l’artista che si cela dietro “Le creazioni di Nu”.

Gioielli dal design geometrico ed intrigante che prendono vita partendo da insoliti materiali come neoprene, zanzariere, tappetini fino ad arrivare a tesserine di maiolica e di vetro.

Inizialmente fu soltanto un gioco, qualche lavoro con la cugina… stoffe, perline e poi si è fatta strada l’idea di intrecciare le conoscenze legate alla sua professione con la sua creatività.

Ed ecco il risultato: una ricerca continua che traspare in ogni creazione e che dimostra che anche i materiali considerati “meno pregiati”possono essere nobilitati e rivisti in chiave artistica.

Chiunque volesse ricevere informazioni sulle sue creazioni può contattarla a info@lecreazionidinu.it

Attendiamo con impazienza le prossime collezioni!Marinù Di Martino, architect for work, is the artist behind “Creations of Nu.”

Geometric and intriguing design for her Jewels that come to life starting from unusual materials such as neoprene, mosquito nets, mats until tiled tiles and glass.

At first it was only a game, some work with her cousin … fabrics, beads and then she had the idea of combine her professional knowledge with her fancy.

And here’s the result: a continuous research that show us through every creation and prove that even materials considered “less valuable” may be revised in artistic way.

Anyone wishing to receive information on her creations can contact Marinù at info@lecreazionidinu.it

We look forward to next collections!

1 commento
0 FacebookTwitterPinterestEmail

Sempre alla ricerca di cose curiose e simpatiche ci siamo imbattuti nelle illustrazioni di Simona Bonafini e ce ne siamo innamorati.

Ve la facciamo conoscere attraverso la nostra intervista, vi piacerà sicuramente!

Ma prima l’ultima arrivata della collezione

Jasmine

Com’è nata l’idea di illustrare i personaggi delle favole Disney in chiave selfie-moderna?

L’idea è nata guardando la moda di Instagram dei selfie che dilagavano ovunque…in particolare, quelli fatti al riflesso nello specchio mi hanno fatto pensare allo specchio della Regina Cattiva di Biancaneve. Da lì il passo è stato breve: come sarebbe stato se le Fiabe avessero avuto Instagram? Mi è sembrato un modo divertente per raccontare le storie stesse, grazie all’illustrazione delle “foto” che rispecchiavano le caratteristiche del personaggio e alle possibili interazioni con gli altri protagonisti delle storie attraverso tag, commenti e hashtag.

 

Le immagini e l’arte sono anche forma di comunicazione, cosa vorresti che ci arrivasse guardando i tuoi lavori?

Vorrei che il mio lavoro trasmettesse sorrisi e la voglia di immaginare…Quasi tutti i miei lavori si ispirano a storie esistenti (le favole, Game of Thrones, Il grande Gatsby…) perché fin da quando ero piccola adoro leggere e adoro le storie, ma in particolare mi piace la possibilità di rappresentare quello che io vedo nelle storie. Quindi mi piacerebbe passare a chi guarda “una mia interpretazione” delle storie e dei racconti, la mia immaginazione.


Descrivi il tuo lavoro con 5 aggettivi:

Accidenti, questa è difficilissima! Non sono brava con le parole, figurati a riassumere tutto in 5 aggettivi! Ci provo….

-creativo

-divertente

-“ecclettico” (nel senso che lo definirei a metà tra lo stile di fumetto e quello più grafico)

-interpretativo

-“ibrido” (anche qui non so come definirlo in un’unica parola, ma vorrei sottolineare il fatto che lavoro sia in modo tradizionale con il disgno a matita che digitale per la colorazione)

In media quanto tempo intercorre tra l’idea e la realizzazione delle illustrazioni?

Visto che stiamo parlando di illustrazioni che generalmente faccio nel “tempo libero” (mentre quelle che faccio per lavoro vero e proprio sono più legate al mondo delle aziende)

Molto dipende dalla pressione lavorativa del periodo!

In generale quando ho un’idea per una nuova illustrazione mi piace buttare giù qualche schizzo ma poi riprenderlo in mano qualche tempo dopo, in modo da vederlo con “altri occhi” e capire se l’idea funziona oppure no. Poi c’è tutta la fase di realizzazione: prima completo il definitivo a matita e in seguito digitalizzo il tutto per correggere e colorare in Photoshop. È difficile che questo avvenga tutto di seguito, ma anzi spesso è suddiviso in diverse giornate, quindi le tempistiche effettive non riesco a definirle.

Pensi di estendere l’idea dei Selfie Fables anche ad altri cartoon famosi?

Sicuramente…Ho visto che l’idea è piaciuta molto e questo mi invoglia tantissimo a continuare!

Ho già in mente (e anche in cantiere) nuove illustrazioni…mentre per altre sto abbozzando qualche idea, ma mi serve tempo per definire bene cosa voglio mettere nel disegno e quali saranno i commenti da inserire.

La commessa più strana che hai dovuto realizzare:

Direi una sempre collegata al mondo delle Favole…una ragazza mi ha contattato su FB per commissionarmi delle illustrazioni per il suo matrimonio: 20 illustrazioni-caricature con lei ed il futuro sposo come personaggi disney. Le coppie che mi ha chiesto erano molto molto simpatiche: Jasmine e il Genio, Capitan Uncino e Wendy, Alice e Stregatto. Mi sono divertita molto 🙂

Oltre a parlare del tuo lavoro e delle tue opere, vorremmo sapere anche qualcosa di te: raccontaci chi è Simona Bonafini…

Che domanda impegnativa 🙂

Bè, io ho 26 anni (classe 1988) sono originaria di Brescia ma attualmente domiciliata a Milano. Mi sono laureata in Design della Comunicazione al Politecnico di Milano lavoro da due anni nell’ambito della grafica e soprattutto dell’illustrazione come free-lance. Il mio sogno è sempre stato guadagnarmi da vivere disegnando…e anche se l’idea iniziale era fare la fumettista, cosa che non mi è riuscita, direi che ci ho comunque azzeccato abbastanza 🙂

Adoro leggere e adoro le copertine dei libri, il sushi e (incredibilmente) Milano. Odio la pioggia e le serie TV che vengono interrotte 😀

Seguitela e buon divertimento!

Always looking for interesting and particular things we found some illustrations by Simona Bonafini and we love them.

We present Simona through our interview, you love she too!

But first the latest work for her collection

How did you have the idea of illustrating Disney tales characters with Selfie?

The idea came from watching trend of Instagram Selfie everywhere … in particular, those with reflection in the mirror made ​​me think of Evil Queen from Snow White. Then the step was short, how could the Tales be if they have had Instagram? I thought it was a fun way to tell the stories themselves, thanks to the illustration of “snapshots” that reflect the features of the character and possible interactions with other through tags, comments and hashtags.

Images and art are also a way of communication, what would you like to tell us through your work?

I would like to transmit smiles and incite imagination … Most of my works are inspired by existing stories (fairy tales, Game of Thrones, The Great Gatsby …) because ever since I was little I love reading stories, so I like to represent what I see in the stories. I’d give “my interpretation”, my imagination.

Describe your work with five adjectives:

Damn, this is difficult! I’m not good with words, above all in 5 adjectives! But I try ….

-Creative

-Funny

– “Eclectic” (as between comics and graphic style)

-Interpretative

– “Hybrid” (again, I couldn’t define it in one word… I consider my work both traditional and digital because I can draw with pencil or create digital picture to color)

On average, how much time elapses between the idea and the realization of your illustrations?

We’re talking about illustrations that usually I do in my “free time” (those that I do for work are more related to the business world)

Much depends on the pressure of the working period!

Normally, when I have a new idea I do a few sketches but and then restart the work some time later, to see with “new eyes” and see if my think works or not. Then there is the entire process of creation: first complete the pencil picture and then digitized the whole thing to fix it and color with Photoshop. It’s difficult to do all in a single moment, so this process is often divided into several days and I cannot define them exactly.

Have you ever thought to extend the idea of Selfie Fables to other famous cartoon?

Sure … I saw that people love my work so this makes me think to continue!

I already think about new illustrations (and also have some under construction)… while for others I’ve only ideas, but I need time to clearly and define what I want to put in the picture and which comments.

The strangest job you’ve had to do:

One even from the world of Fables … a girl contacted me on FB to do some illustrations for her wedding: 20-pictures and caricatures with her future husband as Disney characters. All very very nice: Jasmine and the Genie, Captain Hook and Wendy, Alice and the Cheshire Cat. I had great fun 🙂

More than work, we would like to know even a little about yourself: Tell us something about Simona Bonafini…

What a question 🙂

I’m 26 years old (born 1988) and come from Brescia but currently based in Milan. I graduated in Communication Design at Politecnico in Milan.Since two years I worked as freelance realizing graphics and especially illustrations. My dream has always been to live drawing … and even if the original idea was to do comics, but without results, now I say that I’m enough satisfied 🙂

I love reading all covers of books, sushi and (incredible) Milan.

I hate the rain and when TV series are broken 😀

Follow her and enjoy yourself!

3 commenti
0 FacebookTwitterPinterestEmail

Yunus Ascott e Eliza Higginbottom.

Definirli visionari è riduttivo… le loro sculture sono come abiti da indossare, scoprire, vivere.

Pluripremiati a livello internazionale per i loro gioielli che sono vere e proprie opere d’arte interamente handmade.

Yunus-and-Eliza

La cosa incredibile è che nessuno dei due ha mai studiato moda o gioielleria.

Eliza (Oxford) e Yunus (Londra) si sono incontrati per un lavoro che lei doveva realizzare.

Il prezzo elevato per la lavorazione ha spinto Eliza a capire come poterlo realizzare da sola e di li a poco ha preso forma la fonderia, ancora oggi gestita dalla coppia e specializzata in fusioni artistiche.

Un connubio tra luci, ombre, materiali… ammirate il loro genio.

-Pictures by © 2008 Yunus & Eliza-Yunus Ascott and Eliza Higginbottom.

Call them visionary is an understatement … their sculptures are like clothes to wear, discover and live.

Award-winning internationally for their jewelry that are true works of art entirely handmade.

Yunus-and-Eliza

It’s so curious that they had never studied fashion or jewelery.

Eliza (Oxford) and Yunus (London) met for a job that she had to do.

The high price for the processing has led Eliza to figure out how to realize by itself and later took shape foundry, still run by the couple and specializes in art fusions.

A perfect mix of lighting, shadows, materials … admire their genius.

-Pictures by © 2008 Yunus & Eliza-

0 commento
0 FacebookTwitterPinterestEmail

Irene Di Gregorio, classe 1983, ha da sempre dimostrato una grande passione per l’arte, la pittura e la scultura.

Dal 2008 porta avanti il progetto artistico personale ”Lamina” che vede la creazione di opere tramite la manipolazione di lastre metalliche e vari materiali di riciclo.

“Se dovessi descrivere con poche parole il cuore del progetto Lamina direi che è luce che gioca su lastre d’acciaio, pellicole trasparenti, carta, rafia. Materiali che vediamo e usiamo ogni giorno, reinterpretati.”

I soggetti rappresentati diventano un teatro, ogni lamina riflette in maniera diversa e regala ad ogni opera una tridimensionalità particolare, unica.

Per non parlare dei materiali complementari: chi avrebbe mai pensato di “ammirare” della pellicola trasparente…Irene Di Gregorio, born in 1983, has always demonstrated a great passion for art, painting and sculpture.

From 2008 she carried on her artistic projectLamina” which is the creation of works through the manipulation of metal plates and various recycled materials.

“If I had to describe in a few words the heart of “Lamina” I would say that is the light that plays on steel sheets, transparent films, paper, raffia. Materials that we see and use every day, reinterpreted.”

The subjects become a theater, every leaf reflected in different ways and gives each work a three-dimensional special effect, unique.
Without talking about the complementary materials: who would have thought of “admiring” plastic wrap …

0 commento
0 FacebookTwitterPinterestEmail
Post più vecchi